Si sono conclusi nei mesi scorsi gli scavi presso il Quartiere delle case bizantine a Gortyna di Creta, condotti dalla Scuola Archeologica Italiana di Atene (SAIA) e dal Dipartimento di Studi Umanistici UniMC, con il sostegno dell’Eforia di Heraklion.

La missione archeologica dell'Università di Macerata, diretta dal prof R. Perna, ha portato a termine le indagini del cd. Edificio Sud (Figg. 2-3), un monumento pubblico costruito nel IV sec. d.C. su una precedente struttura romana, che nel VII sec. d.C. subì delle trasformazioni funzionali.

Presso il Complesso meridionale, è stato scavato un monastero con una piccola chiesa a una navata e parte degli ambienti di servizio intorno ad un cortile (Figg. 4-5). L'edificio fu costruito probabilmente nel V sec. d.C., subì alcune modifiche e rimase in uso fino all’VIII sec. d.C.

Progetto pilota Regione Marche 'Il museo di tutti per tutti'

Non solo eliminazione delle barriere architettoniche, ma anche percorsi tattili a tema ottenuti con soluzioni tecniche e personale specializzato, ricostruzioni 3D in scala di edifici storici, e realizzazione di bassorilievi che riproducono i più famosi quadri conservati nei musei marchigiani. E' il progetto della Regione Marche 'Il museo di tutti e per tutti', presentato oggi ad Ancona, che ha reso fruibile ai disabili sensoriali 26 luoghi di cultura, grazie al lavoro congiunto dei Sistemi museali della Provincia di Ancona e Macerata e dei poli cittadini territoriali di Ascoli Piceno, Fermo, Macerata e Pesaro, con la consulenza tecnica del Museo Tattile statale Omero di Ancona e della Lega del Filo d'Oro.

 

Il Museo civico archeologico "Giuseppe Moretti", intitolato al noto archeologo sanseverinate che fu negli anni trenta e quaranta soprintendente di Roma e del Lazio, è stato riallestito nell'Antico Episcopio di Castello al Monte. Il percorso espositivo comprende una sezione preistorica, che raccoglie manufatti litici e fittili della Collezione Pascucci, e una sezione Picena, dove sono esposte alcune tombe provenienti dalla Necropoli di Pitino.

Il Distretto regionale dei beni culturali 2.0 ha voluto consolidare e sviluppare il settore economico delle tecnologie ICT applicate alla comunicazione, divulgazione e valorizzazione avanzata e innovativa di beni e valori culturali, focalizzandosi sulla filiera dell'industria e dei servizi relativi ai giochi (edutainement) e all'entertainement. È infatti evidente, organico e produttivo il legame tra forme artistiche, cultura e creatività, con le tecnologie ICT. Grazie all'integrazione di competenze ed interessi pubblici e di aziende private, piccole e grandi, è stato dunque possibile avviare alcune attività e progetti che mirano a diventare prototipali, in grado cioè di diventare modello e punto di riferimento almeno a livello regionale.

Siti istituzionali | Partners

soprintendenzamarche

marche

prov mc2

UNIMC LogoIT nero2x

logo play marche 470x316

Link Utili
Eventi Marche

Altri video

MAPPA DEL SITO | PRIVACY POLICY | CONTATTI


Copyright © 2019 Associazione Sistema Museale della Provincia di Macerata, Corso della Repubblica, 28 MACERATA - Tutti i diritti riservati - by Net Cubo Informatica srl